Dormire con le piante in camera? Si può!

Sfatiamo il falso mito secondo cui la fotosintesi clorofilliana assorbe tutto l’ossigeno a disposizione. Dormire con le piante fa bene.

Bisogna evitare di mettere piante e fiori in camera da letto; le piante sono pericolose nelle ore di sonno perché assorbono tutto l’ossigeno. Queste e altre frasi del genere vengono ripetute da anni, diffondendo una credenza che, alla riesamina dei fatti, si rivela del tutto fallace. Se hai deciso di organizzare una spedizione fiori e piante per arredare la tua casa, non rinunciare ad adornare la stanza da letto con piante da appartamento: non solo non provocano alcun danno ma, anzi, fanno bene al sonno!

Perché non fanno male

In effetti è vero: attraverso la fotosintesi clorofilliana viene consumato ossigeno, restituito all’ambiente in forma di anidride carbonica, velenosa per gli essere umani. Tale fenomeno, però, è lo stesso posto in essere dagli esseri umana durante il processo di respirazione. La quantità di ossigeno consumata da una pianta da arredamento di dimensioni standard non rappresenta in alcun modo un pericolo per l’uomo. in pratica, a livello di regolazione dell’ossigeno è come se ci fosse una persona in più che dorme con voi.

Riducono il livello di stress

Diverse ricerche hanno dimostrato che la presenza di piante e fiori giochi un ruolo importate per l’abbassamento della soglia dello stress. Circondarsi di elementi naturali aiuta gli uomini a rilassarsi e a distendere i propri nervi. Studi hanno evidenziato come le piante permettano, in tal modo, di aumentare la produttività e, per tale ragione, è consigliabile collocarle in ufficio e sulla scrivania. Se lavorate da casa o studiate in camera, ecco una ragione in più per utilizzare piante da interni nella vostra stanza.

Assorbono le sostanze nocive

Diverse tipologie di pianta purificano l’aria e assorbono le sostanze nocive presenti nell’ambiente. Aloe, spatifillo, edera, sansevieria, ficus benjamin sono alcune delle piante in grado di produrre ossigeno e di apportare benefici all’ambiente circostante.

Regolarizzano l’umidità interna

Alcune tipologie di piante, inoltre, hanno la capacità di assorbire spore e muffe presenti nell’ambiente. In questo modo, viene regolarizzata la quantità di umidità presente in camera, rendendo il clima interno più secco e confortevole. Il Giglio della pace è particolarmente efficace da questo punto di vista.