Il bonsai carmona

Il bonsai carmona è una pianta che viene dalla Cina, con una forma e dei colori molto particolari che la rendono perfetta per decorare la propria casa. Questa pianta ha delle foglie sempreverdi che nel periodo estivo ed invernale cacciano dei bellissimi fiori bianchi che profumano tutti gli ambienti. A loro volta i fiori danno delle fantastiche bacche verdi, che poi col tempo diventano rosse. Si tratta di una pianta tropicale, quindi necessita di temperature piuttosto calde. In primavera può essere collocata fuori al giardino o sul terrazzo, mentre in estate è consigliabile posizionarla in luoghi in penombra. Nei periodi freddi va invece conservata in un luogo riparato e riscaldato da una fonte luminosa, con una temperatura che oscilla tra i 15 ed i 24 gradi.

L’innaffiatura del bonsai carmona è un’operazione molto delicata che richiede particolare attenzione. Bisogna innaffiare la pianta in maniera regolare e continuativa, lasciando asciugare per bene il terreno. I ristagni d’acqua sono molto pericolosi, ed in caso di un’innaffiatura eccessiva a lungo andare le punte delle foglie rischiano di diventare nere e dopo poco tempo cadere. Tuttavia bisogna fare attenzione anche a non far passare molto tempo tra un’innaffiatura e l’altra, poiché la pianta non manifesta la tradizionale secchezza d’acqua come la caduta delle foglie.

Per permettere una crescita costante e lineare della pianta, è opportuno rinvasarla ogni 3-5 anni. Quest’operazione in genere va svolta verso la fine della primavera o l’inizio dell’estate. La potatura invece può essere eseguita in ogni periodo dell’anno, anche se la primavera è la stagione ideale. Il consiglio è di tagliare quei rami che crescendo storti si vanno ad intrecciare con gli altri, o che si sviluppano verso il basso o verso l’alto. Afidi e cocciniglie sono i principali nemici di questa pianta, che deve essere curata con gli appositi insetticidi, anche se difficilmente viene attaccata da funghi ed insetti se ben trattata.