Natale sul Nilo: il ‘cinepanettone’ della coppia Boldi-De Sica

Natale è vicinissimo e, come da tradizione, in TV vengono trasmessi i cosiddetti ‘cinepanettoni’. Quale modo migliore per trascorrere una serata in buona compagnia se non guardare un bel film?

Con i film di Natale firmati Neri Parenti il divertimento è assicurato ed ogni pensiero, almeno per circa due ore, può essere lasciato alle spalle.

Uno dei film di Natale più esilaranti girato da Neri Parenti è, di sicuro, Natale sul Nilo. Come da tradizione, anche Natale sul Nilo è un film all’insegna della risata il cui valore aggiunto è, ovviamente, la coppia più comica del cinema formata da Christian De Sica e Massimo Boldi.

Nel cast di Natale sul Nilo, però, sono molti i nomi noti tra cui Enzo Salvi, Biagio Izzo e Paolo Conticini. Natale sul Nilo è stato un vero e proprio record di incassi ed è stato anche uno degli ultimi film della fantastica coppia composta da Christian De Sica e Massimo Boldi. Ma di questo parleremo dopo. Vediamo quale è la trama di questo ‘cinepanettone’ all’italiana.

natale-sul-nilo

Natale sul Nilo: la trama

Quella di Natale sul Nilo è una trama molto semplice: tutti i protagonisti hanno deciso di trascorrere una vacanza in Egitto, lontano dai problemi quotidiani e dallo stress cittadino.

Ognuno di loro, però, deve fare i conti con situazioni a dir poco complesse. Ma andiamo per gradi. In vacanza sul Nilo ci sono il Generale Enrico Ombroneschi con sua figlia Lorella, l’avvocato Ciulla con la moglie, il figlio e la fidanzata del ragazzo, Max e Bruno ed il Maresciallo Gennaro Saltalaquaglia.

Le storie dei vari personaggi si intersecano in un turbinio di situazioni esilaranti. Il Generale Ombroneschi, ad esempio, è costretto a vedersela con sua figlia Lorella. La ragazza, infatti, sembra essere piuttosto convinta a diventare una velina nonostante il parere contrario del padre che per lei pare aver pensato ad un altro futuro. Proprio nel disperato tentativo di farle cambiare idea, il Generale la porta in vacanza sul Nilo.

Qualcosa, però, non andrà esattamente come previsto. E per quanto riguarda l’avvocato Ciullia? Ciullia incarna alla perfezione lo stereotipo dell’uomo infedele che, come ne ha l’occasione, tradisce la moglie. Le sue scappatelle durante il matrimonio sono state davvero tantissime tanto che sua moglie ha deciso di partire per una vacanza in cui riflettere e porta con sé il loro figlio maschio.

Ciulla, però, non vuole perdere il controllo della situazione e, soprattutto, del suo matrimonio. Non appena scopre della partenza della moglie e del figlio decide di seguirli. Anche in questo caso, però, i suoi piani saranno miseramente messi a repentaglio per sua stessa mano.

Il figlio di Ciulla, infatti, in vacanza porta anche la sua fidanzata nonché amante di suo padre. Il ragazzo ovviamente non sapeva nulla della relazione tra suo padre e la ragazza e Ciulla tenta l’impossibile per salvare il salvabile. In tutto questo caos, ci sono anche Max e Bruno, due impostori che hanno rubato degli oggetti preziosi che pare siano dotati di un misterioso potere magico.

La leggenda narra che se i due non riescono a restituire gli anelli entro la fine dell’anno, vanno incontro alla morte. Cosa fare, dunque? Una cosa è certa: Natale sul Nilo, oltre ad essere molto divertente, è un film a lieto fine e, quindi, tutte le storie hanno un epilogo a dir poco positivo.

Il Generale Ombroneshi, ad esempio, capirà che non serve a nulla impedire a sua figlia di realizzare un sogno e la appoggerà nelle sue scelte. Ciulla, invece, riuscirà a riconquistare la fiducia di sua moglie e metterà a frutto la sua passione per le donne diventando un avvocato divorzista.

Max e Bruno, infine, riusciranno a riconsegnare il mal tolto. Tutto è bene quel che finisce bene? In Natale sul Nilo sì. Senza alcun dubbio, si tratta di un film leggero e niente affatto impegnativo che, però, consente proprio a tutti di rilassarsi e di distrarsi.

Curiosità ed aneddoti

Neri Parenti ama moltissimo giocare con i nomi dei suoi personaggi ed anche in Natale sul Nilo non ha potuto farne a meno. I protagonisti della pellicola, infatti, hanno gli stessi nomi di battesimo del ‘cinepanettone’ dell’anno precedente. Ovviamente, i cognomi sono diversi.

Curiosi di scoprire qualche altra indiscrezione in merito a Natale sul Nilo? La pellicola natalizia di Neri Parenti è stata distribuita anche in Spagna ed ha ottenuto un notevole consenso.

Inoltre, nonostante il fatto che nel film le storie dei protagonisti non siano legate tra loro, vi sono sporadiche occasioni i cui i personaggi si incontrano. Addirittura, ai più attenti non sarà sfuggito il fatto che nel film c’è anche un cameo del regista Neri Parenti.

Come anticipato, Natale sul Nilo è stato uno degli ultimi film in cui Massimo Boldi e Christian De Sica hanno recitato insieme. I due, infatti, attualmente si sono separati e, negli ultimi tempi, si sono sfidati in più di un’occasione a colpi di ‘cinepanettoni’. In una recente intervista, però, Massimo Boldi sembra aver lasciato aperto uno spiraglio a Christian De Sica dicendo che sarebbe pronto a recitare nuovamente al suo fianco.

Che presto i due possano tornare a lavorare insieme ed a far ridere gli italiani come solo loro sanno fare? Nulla può essere escluso. Di sicuro, le loro collaborazioni sono sempre state molto fruttuose ed a dimostrarlo c’è l’enorme successo riscontrato dalla pellicola Natale sul Nilo.