ADSL: conoscere i protocolli utilizzati per la connessione internet

La famiglia xDSL

Chi cerca informazioni sull’ADSL si trova spesso a leggere che questa tecnologia fa parte di una serie di protocolli della famiglia xDSL. Ma di cosa si tratta? La famiglia xDSL è una classe di tecnologie che permette la trasmissione di dati tramite internet, ossia in digitale.

Si tratta di comunicazione che avviene a velocità elevate, solitamente dai 7 ai 24 Mega in download a seconda del tipo di protocollo utilizzato e, soprattutto, si tratta di una trasmissione che viaggia su doppino telefonico. Proprio questa modalità di trasmissione sta alla base del successo dell’ADSL e degli altri protocolli utilizzati per la comunicazione via internet.

Oltre alla celebre Asymmetric Digital Subscriber Line (ADSL), le altre tecnologie di trasmissione della famiglia xDSL maggiormente utilizzate sono la SDSL (Symmetric Digital Subscriber Line) e la VDSL (Very-high-bit-rate Digital Subscriber Line). Di seguito saranno descritte maggiormente in dettaglio per imparare a comprendere dove e quando richiedere l’ADSL o gli altri protocolli utilizzati per trarre maggiore beneficio nella connessione, a seconda del tipo di utilizzo che si fa della rete.

L’ADSL, tra i protocolli utilizzati è il più conosciuto

Come già accennato l’ADSL è una metodologia di trasmissione asimmetrica. Il termine ‘asimmetrico’ deriva dal fatto che tale tecnologia è suddivisa in due canali principali, uno su cui avviene il caricamento dei dati e l’altro sul quale i dati vengono invece scaricati.

La differenza di dimensione e di portata dei due canali in entrata e in uscita è differente, e privilegia il flusso in entrata, ossia il celebre download.

La maggior parte delle persone che utilizza internet, infatti, necessita di un accesso di dati ed informazioni in entrata maggiore rispetto a quelli che sono previsti in uscita: scaricare musica, guardare film in streaming, collegarsi ai diversi siti o ai social, sono tutte operazione che necessitano di una grande capacità di download.

Viceversa, il caricamento di materiale in rete viaggia sul canale dell’upload. Il successo dell’ADSL sta proprio nel fatto che questo protocollo dedica la maggior parte dello spazio in banda larga al download, a discapito del meno utilizzato upload, riuscendo così ad offrire elevate velocità di navigazione.

ADSL: i protocolli utilizzati
ADSL: i protocolli utilizzati per navigare a velocità elevate

Anche se vengono comunemente indicati sempre con il termine ADSL, o meglio come ADSL2 ed ADSL2+, questi due protocolli sono invece tecnicamente definiti VDSL, ossia linee veloci.

Tuttavia, essendo sempre tecnologie asimmetriche, spesso si preferisce la terminologia ADSL2 e 2+ proprio per indicare che la velocità di connessione favorisce soprattutto il downolad. La tecnologia VDSL arriva a 24 Mega di download.

SDSL: linea simmetrica

In diversi casi può essere utile avere un flusso di dati in entrata e in uscita equivalente: in questo caso il protocollo utilizzato è quello del SDSL, molto utilizzato ad esempio da riviste e quotidiani online che necessitano di banda larga anche per l’upload, dovendo caricare continuamente dati, informazioni, foto e video.

Questo tipo di connessione non permette anche l’utilizzo del traffico voce, visto che la banda è tutta impegnata nella trasmissione dei dati.