Rimedi contro l’insonnia in gravidanza

L’insonnia in gravidanza

 

Capita spesso di incontrare donne in stato di stress, irritabili e con grandi occhiaie che dimostrano l’evidente mancanza di sonno.

Perché succede tutto questo? Il corpo è una macchina perfetta e in quanto tale prepara la madre all’avvento del bambino e a tutto ciò che ne consegue.

Una recente teoria afferma, infatti, che la mancanza di sonno sia propedeutica alle nottate che la madre si troverà ad affrontare alla nascita del bambino. Se sei in gravidanza e soffri di insonnia non temere!

 

Da cosa è causata l’insonnia?

 

 

Oltre all’indubbia componente emozionale, le madri soffrono di insonnia per cause fisiche e ormonali che cambiano in base al trimestre di gestazione.

Come curare l'insonnia nel periodo di gravidanzaDurante il primo e il terzo trimestre proprio a causa dei cambiamenti fisici e delle emozioni che prova la madre è più facile incorrere in questo fastidioso problema.

Se vogliamo attenzionare le cause ormonali che inducono l’insonnia non possiamo non menzionare il progesterone, ormone indispensabile che prepara il corpo alla gravidanza.

Un innalzamento repentino di questo ormone, infatti, causa spossatezza alla madre, costringendola a continui riposini pomeridiani e alterando, di conseguenza, il normale riposo nelle ore notturne.

A questo, vanno aggiunte le emozioni e le ansie che la madre inizia a provare nel preciso istante in cui scopre di essere in stato interessante.

 

Rimedi per combattere l’insonnia durante la gravidanza

 

Per provare ad arginare e combattere il problema esistono diversi rimedi senza il bisogno di ricorrere a farmaci.

Il rimedio naturale per eccellenza è il ricorso a erbe tranquillanti quali la valeriana o la camomilla.

L’infuso di queste erbe, infatti, ha proprietà rilassanti e tranquillanti e può aiutare le future mamme a concedersi un momento di relax.

È utile dormire su un fianco, per non far gravare il peso del pancione sulla schiena della madre e per permettere al sangue di fluire tranquillamente dagli atri inferiori verso il cuore.

Mangiare sano e leggero alla sera aiuta la mamma a sentirsi più leggera ed evitare di incorrere in gastriti già frequenti a causa della gravidanza.

Un’altra soluzione è quella di concedersi dei massaggi, siano questi alle tempie, alla schiena, alle gambe, qualsiasi cosa che possa indurre la madre a svuotare la testa dalle ansie e dalle preoccupazioni.

 

Attività fisica: si può fare? aiuta a combattere l’insonnia?

 

Sfatiamo il mito che una donna in stato interessante deve stare a letto a riposo forzato. Questo è vero solo in determinate situazioni e perché prescritto da un medico.

Se la gravidanza non ha problemi e trascorre in piena tranquillità fare attività fisica non può far altro che bene alla madre.

Sia sotto il profilo emotivo che sotto quello fisico. Aiuta a mantenere il peso sotto controllo e , inoltre, avere la parete addominale sviluppata gioverà alla madre al momento del parto.

Muoversi e fare attività fisica, infatti, aiuta il rilascio del cosiddetto ormone del buon umore. Questo ormone contribuisce al benessere della madre e a quello del feto.

Non sono ovviamente consentiti tutti gli sport ma solo quelli che non provocano eccessivi stimoli e stress al pancione.

In linea di massima, comunque, se praticare attività fisica rilassa la madre di conseguenza anche il suo sonno sarà più calmo e proficuo.

 

Fonte: lavaleriana.it